NEWS // CONTRIBUTO ECONOMICO PER VENDITA DI PRODOTTI SFUSI O ALLA SPINA

News Prodotti sfusi LAM 2021

 

Nell’ambito dell’economia circolare, al fine di ridurre la produzione di rifiuti e contenere gli effetti sul clima, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto 22 settembre 2021 del Ministero della Transizione Ecologica MiTE che stabilisce precise misure per l’incentivazione della vendita di prodotti sfusi o alla spina.

 

A chi è rivolto
Il contributo economico è rivolto agli esercenti commerciali di vicinato e di media e grande struttura che predispongono spazi dedicati alla vendita di prodotti alimentari o detergenti sfusi o alla spina, o per l’apertura di nuovi negozi che prevedono esclusivamente la vendita di prodotti alimentari o detergenti sfusi o alla spina, a condizione che il contenitore offerto sia riutilizzabile.
La durata dell’attività di vendita, dalla data di concessione del contributo, non deve essere inferiore ai tre anni, pena la revoca dello stesso.

 

Le spese ammissibili
Il contributo a fondo perduto è pari all’ammontare della spesa sostenuta nell’anno di riferimento e documentata, per ciascun punto vendita. L’importo massimo ottenibile è di 5.000 euro (nel limite complessivo di 20 milioni di euro sia per l’anno 2020 che per il 2021), corrisposto secondo l’ordine di presentazione delle domande ammissibili.

Per accedere al contributo, ai sensi dell’art. 3 del Decreto, sono considerate ammissibili le spese sostenute per:

l’adeguamento dei locali, quali la progettazione e la realizzazione del punto vendita o dello spazio dedicato, per l’acquisto di attrezzature funzionali alla vendita di prodotti sfusi (compresi gli arredamenti o gli allestimenti del punto vendita o dello spazio dedicato)
le iniziative di informazione, di comunicazione e di pubblicità dell’iniziativa.
Non sono invece considerate ammissibili le spese sostenute per l’acquisto o l’igienizzazione dei contenitori e dei prodotti alimentari e detergenti venduti.

 

Le tempistiche
Per ottenere il contributo economico a fondo perduto in relazione alle spese sostenute negli anni 2020 e 2021, le imprese interessate al bando devono presentare apposita richiesta al MiTE tramite accesso alla piattaforma informatica resa disponibile sul sito www.minambiente.it entro i seguenti termini:
in relazione alle spese sostenute nel 2020, entro sessanta giorni dalla data di comunicazione dell’avvenuta attivazione della suddetta piattaforma nella sezione news dello stesso sito istituzionale;
in relazione alle spese sostenute nel 2021, entro il 30 aprile 2022.

 

Per ulteriori informazioni e magiori dettagli, consulta il tuo consulente per l'igiene degli alimenti.

 ULTERIORI INFORMAZIONI E MAGGIORI DETTAGLI?

  

  

 

 

Alcuni Nostri Clienti

01_Benelli.jpg02_Biesse.jpg02a_Rivacold.jpg02b_ValliZabban.jpg02c_Sorma.jpg03_Pedini.jpg04_Spar.jpg05_Schnell.jpg06_Moretti.jpg07_Girolomoni.JPG08_Trevalli.jpg09_Pascucci.jpg10_TVS.jpg11_Eden.jpg12_UNI_Macerata.jpg13_Mibact.jpg14_aams.jpg15_consip.jpg18_prov_RN.jpg19_prov_PU.jpg20_prov_MC.jpg21_prov_FM.jpg22_prov_AP.jpg24_comune_Cesena.jpg25_comune_Rimini.jpg26_comune_Pesaro.jpg27_comune_Urbino.jpg28_comune_Fano.jpg29_comune_Macerata.jpg30_comune_Fermo.jpg31_uffici_giudiziari.jpg

Questo sito fa uso di cookie tecnici e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione acconsenti all'uso di tali cookie. Leggi la nostra privacy policy.