NEWS // SCADENZE ANNUALI DEI RIFIUTI ENTRO IL 30 APRILE 2016

Alcuni Nostri Clienti

01_Benelli.jpg02_Biesse.jpg02a_Rivacold.jpg03_Pedini.jpg04_Spar.jpg05_Schnell.jpg06_Moretti.jpg07_Girolomoni.JPG07a_Marinelli.JPG08_Trevalli.jpg09_Pascucci.jpg10_TVS.jpg11_Eden.jpg12_UNI_Macerata.jpg13_ISIA_Urbino.jpg14_Accademia_Urbino.JPG15_Mibact.jpg16_aams.jpg17_consip.jpg18_prov_PU.jpg19_prov_RN.jpg20_prov_MC.jpg21_prov_FM.jpg22_prov_RA.jpg23_comune_Pesaro.jpg24_comune_Urbino.jpg25_comune_Macerata.jpg26_comune_Rimini.jpg27_comune_Cesena.jpg29_procura_repubblica.jpg

grafica scadenza rifiuti

 

Qui di seguito lo scadenziario di Aprile 2016 riguardante l'invio del MUD (Modello Unico di Dichiarazione Ambientale), il pagamento del SISTRI (Sistema di Controllo edlla Tracciabilità dei Rifiuti), pagamento del Diritto Annuale di Iscrizione all'Albo dei Gestori Ambientali, versamento dei Diritti Annuali di Iscrizione per Recupero Rifiuti.

 

MUD - Modello Unico di Dichiarazione Ambientale

Il 30 aprile 2016 scade il termine per la presentazione del MUD, Modello Unico di Dichiarazione ambientale 2016.

I soggetti obbligati alla presentazione sono:
- i produttori iniziali di rifiuti pericolosi;
- i produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, artigianali con più di 10 dipendenti;
- i trasportatori di rifiuti prodotti da terzi;
- i recuperatori/smaltitori di rifiuti.

 

 

SISTRI - Sistema di Controllo della Tracciabilità dei Rifiuti
I soggetti obbligati ad aderire al SISTRI devono effettuare il versamento del contributo annuale 2016 entro il 30 aprile 2016 comunicando a SISTRI gli estremi del pagamento eslusivamente tramite accesso all'area "Gestione Azienda" disponibile sul portale SISTRI in area autenticata.

I soggetti già iscritti al SISTRI che non sono più tenuti ad aderire non devono versare il contributo annuale anche se la procedura di cancellazione dell'iscrizione non è stata avviata o non è conclusa. (Comunicato della Direzione Generale del Ministero dell'Ambiente).

Per i soggetti obbligati ad aderire al SISTRI, invece, continuano ad essere applicate le sanzioni in caso di omessa iscrizione a SISTRI o di mancato pagamento del contributo annuale.

 

 

DIRITTO ANNUALE DI ISCRIZIONE ALL’ALBO DEI GESTORI AMBIENTALI

Le imprese devono pagare il diritto annuale per l'iscrizione all'Albo Gestori Ambientali in base a ciascuna categoria di appartenenza.

Il diritto annuale deve essere pagato nell'anno di iscrizione all'Albo Gestori Ambientali e, successivamente, ogni anno entro il 30 aprile.

Il mancato pagamento del diritto annuale comporta la sospensione dell'iscrizione all'Albo che permane fino a quando non venga effettuato il pagamento (articolo 24, comma 7, decreto ministeriale 120/2014).

Durante il periodo di sospensione l'impresa non può svolgere l'attività della categoria sospesa.

La sospensione decorre dalla data in cui l'impresa riceve notifica del provvedimento nella propria casella di posta elettronica e viene pubblicata nell'elenco degli iscritti sul sito Albo Nazionale Gestori Ambientali.

Le iscrizioni che risultano sospese da oltre un anno senza aver regolarizzato i pagamenti vengono cancellate d'ufficio senza ulteriori comunicazioni (articolo 20, comma 1, lettera f, decreto ministeriale 120/2014).

 

 

DIRITTO DI ISCRIZIONE PER RECUPERO RIFIUTI

Si segnala che entro il 30 aprile dovrà avvenire il versamento dei diritti annuali di iscrizione al registro provinciale delle imprese che effettuano attività di recupero rifiuti in regime semplificato.

Di seguito gli importi da versare a seconda della quantità annua di rifiuti recuperabili:

 

tabella diritto iscrizione recupero rifiuti

 

Il versamento dovrà essere effettuato all’amministrazione provinciale di riferimento, indicando nella causale del versamento, oltre alla ragione sociale, anno di riferimento, ubicazione dell'insediamento, codice fiscale/partita IVA, anche la dicitura “Iscrizione al Registro dei Recuperatori di rifiuti, ex artt. 214/216 del D.Lgs. 152/06, anno 2016”