NEWS // NOVITA' PER IL DATORE DI LAVORO: DAL 12 OTTOBRE NUOVO OBBLIGO DI COMUNICARE TUTTI GLI INFORTUNI ALL'INAIL

 

 

comunicazione infortuni inail

 

 

 

Il nuovo obbligo
Dal 12 ottobre 2017 anche gli infortuni che comportano l'assenza dal lavoro da uno a tre giorni (escluso quello dell'evento) devono essere comunicati all'INAIL. Il motivo di tale comunicazione è esclusivamente per motivi statistici e informativi, per consentire al SINP (Sistema Informativo Nazionale per la Prevenzione istituito tramite il decreto n. 183/2016) la raccolta di dati e informazioni.

 

Si tratta di un obbligo che si aggiunge a quello della denuncia degli infortuni con prognosi di almeno quattro giorni (sempre escluso quello dell'evento); tale denuncia, invece, è a fini assicurativi (infatti solo gli infortuni che comportano un'assenza dal lavoro di almeno quattro giorni sono indennizzati dall'INAIL).


Come effettuare la comunicazione ad INAIL
Entro due giorni dalla notizia dell'infortunio (stesse tempistiche della denuncia) il datore di lavoro deve inviare il modello compilato "Comunicazione d'infortunio ai fini statistico informativi" in via telematica o con qualunque mezzo idoneo a comprovarne l’invio. Per chi si avvale dell’invio della denuncia di infortunio in modalità telematica è previsto l’esonero dall’invio della comunicazione all’autorità di pubblica sicurezza.


La sanzione pecuniaria
In caso di mancata comunicazione Inail di infortuni anche se di solo un giorno, la violazione sarà punita con la sanzione amministrativa pecuniaria al Datore di Lavoro da € 548,00 a € 1.972,80.


Se l’assenza per infortunio si prolunga
Se l'assenza si prolunga oltre il terzo giorno, il datore di lavoro integra la comunicazione con i dati previsti per la denuncia, in modo tale che la comunicazione sia utile ai fini assicurativi.


Quando non inviare la comunicazione ad Inail a fini statistici
L’obbligatorietà di effettuare la comunicazione ad INAIL ai fini statistico–informativi per gli infortuni con prognosi superiore a tre giorni è assolto con l'invio della denuncia vera e propria.

 

 

 

Per informazioni dettagliate e approfondite vi consigliamo di contattare direttamente il vostro consulente del lavoro.

 

 

 

 

 

Alcuni Nostri Clienti

01_Benelli.jpg02_Biesse.jpg02a_Rivacold.jpg03_Pedini.jpg04_Spar.jpg05_Schnell.jpg06_Moretti.jpg07_Girolomoni.JPG07a_Marinelli.JPG08_Trevalli.jpg09_Pascucci.jpg10_TVS.jpg11_Eden.jpg12_UNI_Macerata.jpg13_Mibact.jpg14_aams.jpg15_consip.jpg16_Guardia_Finanza.jpg17_prov_RA.jpg18_prov_RN.jpg19_prov_PU.jpg20_prov_MC.jpg21_prov_FM.jpg22_prov_AP.jpg23_comune_Ravenna.jpg24_comune_Cesena.jpg25_comune_Rimini.jpg26_comune_Pesaro.jpg27_comune_Urbino.jpg28_comune_Fano.jpg29_comune_Macerata.jpg30_comune_Fermo.jpg31_uffici_giudiziari.jpg