NEWS // DECRETO MILLEPROROGHE: QUARTO SLITTAMENTO DEL SISTRI

Alcuni Nostri Clienti

01_Benelli.jpg02_Biesse.jpg02a_Rivacold.jpg03_Pedini.jpg04_Spar.jpg05_Schnell.jpg06_Moretti.jpg07_Girolomoni.JPG07a_Marinelli.JPG08_Trevalli.jpg09_Pascucci.jpg10_TVS.jpg11_Eden.jpg12_UNI_Macerata.jpg13_ISIA_Urbino.jpg14_Accademia_Urbino.JPG15_Mibact.jpg16_aams.jpg17_consip.jpg18_prov_PU.jpg19_prov_RN.jpg20_prov_MC.jpg21_prov_FM.jpg22_prov_RA.jpg23_comune_Pesaro.jpg24_comune_Urbino.jpg25_comune_Macerata.jpg26_comune_Rimini.jpg27_comune_Cesena.jpg29_procura_repubblica.jpg

 

 

 

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 304 del 30/12/2016 è stato pubblicato il decreto legge n. 244 del 30/12/2016, cosiddetto decreto Milleproroghe, che all’Art. 12 comma 1 proroga l’entrata in vigore del SISTRI (Sistema informatico di controllo della tracciabilità dei rifiuti).

 

In concreto, viene esteso anche al 2017 il periodo transitorio del “doppio binario” durante il quale continuano ad applicarsi i tradizionali adempimenti e obblighi “cartacei” della tracciabilità dei rifiuti (formulari, registri e MUD).

 

In particolare viene stabilito che non vi saranno sanzioni per il mancato utilizzo del sistema SISTRI fino al subentro del nuovo concessionario a cui sarà affidata la gestione e che tale proroga avrà il termine massimo del 31/12/2017.

 

Resta valido, invece, l’obbligo di adesione e di pagamento della quota annuale per i soggetti obbligati entro il 30/04/2017.

 

In caso di inadempienza, le sanzioni sono ridotte del 50%.