NEWS // DECRETO MILLEPROROGHE 2016: SLITTAMENTO DEL SISTRI AL 2017

Alcuni Nostri Clienti

01_Benelli.jpg02_Biesse.jpg02a_Rivacold.jpg03_Pedini.jpg04_Spar.jpg05_Schnell.jpg06_Moretti.jpg07_Girolomoni.JPG07a_Marinelli.JPG08_Trevalli.jpg09_Pascucci.jpg10_TVS.jpg11_Eden.jpg12_UNI_Macerata.jpg13_ISIA_Urbino.jpg14_Accademia_Urbino.JPG15_Mibact.jpg16_aams.jpg17_consip.jpg18_prov_PU.jpg19_prov_RN.jpg20_prov_MC.jpg21_prov_FM.jpg22_prov_RA.jpg23_comune_Pesaro.jpg24_comune_Urbino.jpg25_comune_Macerata.jpg26_comune_Rimini.jpg27_comune_Cesena.jpg29_procura_repubblica.jpg


sistri copy

 

Tramite il decreto Milleproroghe 2016 è stato prorogato di un anno il termine per l'adeguamento al SISTRI (Sistema informatico di controllo della tracciabilità dei rifiuti).

 

Il provvedimento ufficializza quanto era stato approvato in seno al Consiglio dei Ministri n. 98 del 23 dicembre 2015, disponendo lo slittamento del termine per l'adeguamento al Sistema informatico di tracciabilità dei rifiuti al 31 dicembre 2016.

 

In concreto, viene esteso a tutto il 2016 il periodo transitorio del “doppio binario” durante il quale continuano ad applicarsi i tradizionali adempimenti e obblighi “cartacei” della tracciabilità dei rifiuti (formulari, registri e MUD), nel testo del Codice Ambiente previgente alle modifiche introdotte dalla riforma del 2010, nonchè le relative sanzioni.

 

Le sanzioni relative solo al SISTRI diverranno applicabili nel 2017, eccettuate la mancata iscrizione o il mancato versamento del contributo annuale che sono divenute operative il 1° aprile 2015.

 

 

Il tuo referente tecnico SEA Gruppo è a completa disposizione per ogni chiarimento o approfondimento tecnico.